Mark Twain

La superba, la “città dei bei palazzi”, sono da secoli gli appellativi di Genova. Certo essa è piena di palazzi, e questi dentro sono sontuosi, ma esternamente molto malandati e senza pretese di grandiosità architettoniche…

Genova la superba sarebbe un titolo indovinato se si riferisse alle donne…

Mark TwainThe Innocents Abroad
Stendhal

Ho cercato di andare a visitare tre gallerie di quadri famosi in via Balbi. Siccome i proprietari hanno la bella abitudine di abitare negli appartamenti dove sono i quadri, bisogna ripassare diverse volte; e spesso l’impazienza che desta in me il rifiuto altezzoso dei valletti mi toglie la gioia davanti ai quadri. I ricchi di Genova occupano quasi sempre il terzo piano per poter vedere il mare. I gradini delle scale sono di marmo ma quando, dopo aver salito cento di quei gradini, un valletto, dopo avervi fatto aspettare un quarto d’ora viene a dirvi: “sua eccellenza è ancora nella sua stanza, ripassi domani”, è permesso avere uno scatto d’umore, soprattutto quando si deve ripartire la sera …

StendhalMemoires d’un touriste, 1837
Gustave Flaubert

…mi trovo ora in una bella città, una vera bella città: Genova. Si cammina sul marmo, tutto è marmo: scale, balconi, palazzi. I suoi palazzi si susseguono fitti; passando per le vie, si scorgono grandi soffitti patrizi tutti dipinti e dorati.

Gustave Flaubert1845
Giorgio Caproni

Quando mi sarò deciso / d’andarci in paradiso /
ci andrò con l’ascensore / di Castelletto…

Giorgio Capronida L’ascensore
Charles De Brosses

Il più bello tra tutti i palazzi di Genova è a mio giudizio quello di Gerolamo Durazzo in via dei Balbi [Museo di Palazzo Reale]. Riuscirò a ricordare tutto quello che ho visto lì dentro?

Charles De Brosses1739
Evelyn Waugh

Il Camposanto di Genova, nel pieno e vero senso della parola, è un museo dell’arte borghese della seconda metà del secolo scorso. Il Père Lachaise e l’Albert Memorial sono nulla al confronto e la loro scomparsa non sarebbe una perdita grave fino a quando questa collezione esisterà.

Evelyn WaughA Tourist in Africa, London 1960
Mary Montague

“… La Via Chiamata Strada Nuova È Fiancheggiata, In Tutta La Sua Lunghezza Dai Più Bei Fabbricati Del Mondo… Non Si Sa Che Cosa Ammirar Di Più, Se La Perfezione Dell’architettura O La Gran Dovizia Di Ricche Suppellettili Disposte Col Gusto Più Raffinato E Con Prodigiosa Magnificenza…

Mary Montague1718
Charles Dupaty

“… Se Volete Vedere La Più Bella Strada Che Ci Sia Al Mondo, Andate In Strada Nuova A Genova… Una Folla Di Palazzi Che Se La Battono Per Ricchezza, Altezza, Volume, Mostrando I Loro Portici, Facciate, Peristili Che Brillano Di Uno Stucco Bianco, Nero, Di Mille Colori. Sono Dei Quadri Esternamente.

Charles Dupaty1785
Richard Wagner

Io Non Ho Mai Visto Nulla Come Questa Genova. È Qualcosa Di Indescrivibilmente Bello, Grandioso, Caratteristico: Parigi E Londra Al Confronto Di Questa Divina Città Scompaiono Come Semplici Agglomerati Di Case E Di Strade Senza Alcuna Forma…

Richard Wagner1835
Jules Janin

… Genova È Stata Costruita, Come Il Campidoglio, Per L’eternità…

Jules Janin1838
Joseph Autran

(Dopo La Descrizione Di Strada Nuova)  – Fatto È Che Non C’è Niente Di Più Bello Di Questa Strada Di Palazzi, Vera Galleria Monumentale Che Si Prolunga All’infinito. Ogni Palazzo, Poi, È Una Meraviglia E Ci Vorrebbe Una Settimana Per Visitarlo… Palazzo Tursi-Doria Uno Dei Più Belli D’italia E Il Più Maestoso Della Strada Nuova…

Joseph Autran1840
Charles Dickens

Quel Giorno Non Avrei Mai Creduto Di Arrivare Fino Al Punto Di Sentirmi Attratto Perfino Dalle Pietre Delle Vie Di Genova, E Di Ripensare A Quella Città Con Affetto, Come Al Luogo In Cui Avevo Passato Molte Ore Di Quiete E Di Felicità.”

“E Potrò Mai Dimenticare Le Vie Dei Palazzi, La Strada Nuova E La Strada Balbi? O L’aspetto Dell’una, Quando La Vidi Per La Prima Volta, Sotto Il Più Fulgido E Il Più Intensamente Turchino Dei Cieli Estivi, Che Le Sue File Raccostate Di Dimore Immense, Riducevano A Una Striscia Preziosissima Di Luce, Restringendosi Gradatamente, E Contrastanti Con L’ombra Greve Al Di Sotto!”

Charles DickensPictures From Italy, 1843
Gustave Flaubert

Ed Ora Sono In Una Bella Città, A Genova… Cammino Nel Marmo, Tutto È Di Marmo: Scale, Balconi, Palazzi. I Palazzi Si Toccano Tanto Sono Vicini E, Passando, Dalla Strada Si Vedono I Soffitti Patrizi Tutti Dipinti E Dorati”…. “Dopo Aver Lasciato Genova, Una Città Tutta Di Marmo, Con Dei Giardini Colmi Di Rose. Una Bellezza Che Strazia L’anima…

Gustave Flaubert1845
Blasco Vigente Ibanez

È La Città Di Marmo…” “Quarantasette Palazzi, Tutti Splendidi Nel Loro Interno, E Tutti Di Marmo Dalle Fondamenta All’ultima Balaustra, Si Contano Nelle Quattro Vie Che Costituiscono La Spina Dorsale Della Città…

Blasco Vigente Ibanez1846
Nathaniel Hawthorne

(Dopo Aver Visitato Palazzo Balbi) – “I Soffitti Dipinti Di Questi Palazzi Sono Una Decorazione Gloriosa; Le Pareti Dei Saloni, Coperti Di Marmi Multicolori, Danno Un’idea Di Splendore Che Io Non Ho Mai Tratto In Nessun’altra Cosa. I Pavimenti In Mosaico Sembrano Troppo Preziosi Per Camminarvi Sopra.

Nathaniel Hawthorne1858